I MIGRANTI E LE DONNE

Non piace. Non piace essere presi in castagna.

Non piace ammetterlo ai buonisti in servizio permanente effettivo, quelli che dicono accoglieteli, non accogliamoli.

Che è un pò come dire: armiamoci e partite.

Una trasmissione televisiva ha dibattuto la questione dei migranti (clandestini, per dirla in italiano) che sbarcano sulle nostre coste, questo Stivale rattoppato visto come l'utopica Eldorado.

La domanda, che come sempre sorge spontanea, era: perché abbandonano le loro donne (madri, mogli, figlie) nel loro Paese in guerra?

Non ci si vuole rassegnare a capire che nella cultura musulmana la donna non conta, è soltanto un attrezzo.

I CAMPIONI DELL'INUTILE: LA LEGGE FIANO

Nel paese dove una pioggia violenta produce gli effetti di un tornado, dove i terremotati sono derisi e dimenticati, dove si consuma uno stupro al giorno, dove milioni di persone arrancano per arrivare a fine mese, dove rischi di trovare la casa occupata quando torni dal supermercato e a chi attende una casa viene preferito lo straniero, dove i clandestini la fanno da padroni bighellonando nelle nostre città, dove gli islamici pretendono di importi il loro stile di vita, esiste uno statista geniale (tale Emanuele Fiano) che fa una legge per i punire i pericolosi rigurgiti del fascismo, ormai evidenti ad ogni angolo di città, ed una schiera di ........ che rapidamente approva questa incredibile genialità.

Questa è la classe politica non votata che ci governa e che aspira ad avere un popolo sempre più ignorante, una marmellata indistinta di idee che non disturbi il manovratore.

Spero che queste riflessioni siano fatte proprie dagli elettori e che i prossimi risultati ci tolgano dai piedi questi campioni dell'inutile, lontani dai veri problemi.

Ius soli della presidenta Boldrini compreso.
Related Posts with Thumbnails